Implantologia dentale Milano

Questa scheda è stata visualizzata 34 volte
Facebook   Twitter   Google   Email  

L’Implantologia dentale consiste nell’applicazione di  una piccola vite in titanio progettata per sostituire la radice di un dente naturale mancante. Il titanio è perfettamente biocompatibile; è lo stesso materiale utilizzato per la costruzione di protesi ortopediche Gli impianti dentali sono inseriti nell’osso laddove prima c’erano i denti naturali Grazie alla biocompatibilità del titanio, l’impianto dentale si integra perfettamente con l’osso e diventa un buon punto di ancoraggio per il dente sostitutivo (corona)  Ci sono tre possibilità per rimpiazzare un dente singolo  Una protesi parziale rimovibile  Un ponte sui due denti contigui limati  L’impianto dentale che fornisce il supporto per una corona fissa in ceramica  Le prime due soluzioni un tempo erano quelle più utilizzate adesso, invece, sono state soppiantate nella quasi totalità dei casi dall’implantologia. Qui sotto sono stati inseriti due impianti  e due capsule sui due incisivi laterali superiori senza toccare in alcun modo i denti attigui. L’assenza di più di un dente può essere risolta con il posizionamento di alcuni impianti dentali in punti strategici in maniera tale che diventino i pilastri necessari alla realizzazione di un ponte fisso. Tale metodica evita di limare i denti sani per eseguire un ponte tradizionale su denti naturali. Un altro vantaggio degli impianti rispetto alla protesi fissa tradizionale è dato dal fatto che la presenza della vite blocca il riassorbimento osseo.


Tecnica indolore e senza incisioni per l’implantologia dentale Milano

E’ possibile inserire delle viti al titanio utilizzando una tecnica indolore e senza incisioni per l’implantologia dentale Milano  che non prevede l’incisione delle Le tecniche implantari tradizionali prevedono l’inserimento degli impianti dopo aver inciso e scollato le gengive. In questo modo l’implantologo vede l’osso residuo dal vivo e decide solo in quel momento la qualità, la forma e il numero degli impianti da mettere. La tecnica implantare indolore, invece, studia la TAC 3D (Tac tridimensionale) e grazie ad alcuni software dedicati stabilisce il numero e il tipo di impianti da inserire prima di intervenire direttamente sul paziente. Grazie all’uso di una dima e utilizzando una normalissima anestesia locale vengono applicati gli impianti (precedentemente selezionati) senza incidere e scollare le gengive laddove c’è l’osso individuato nell’analisi digitale preliminare della TAC . In questo modo i dolori, lividi e gonfiori post operatori sono ridotti al minimo. inoltre  gengive ed i punti di sutura; è una tecnica che può ridurre il dolore post operatorio a ZERO

Può durare molti anni l’impianto dentale

Premettiamo che un intervento di Implantologia dentale potrebbe durare anche molti anni  ma questo non è detto che accada in quanto le variabili che entrano in gioco sono molteplici. L’igiene periodica (domiciliare e professionale) e il fumo di sigaretta possono fare la differenza. Un impianto non tenuto pulito in un soggetto fumatore ne condiziona negativamente la durata Mentre in passato sugli impianti dentali si potevano eseguire solo capsule in ceramica con un’anima metallica, negli ultimi anni sono stati introdotti materiali innovativi che consentono di utilizzare capsule in ceramica integrale, in zirconio ceramica o in disilicato di litio, prive cioè di metallo. Questi materiali lasciano passare la luce così come fanno i denti naturali. Nel caso degli impianti dentali, per aumentare la resa estetica, oltre alle corone senza metallo oggi ci sono anche i monconi artificiali bianchi; questi si avvitano sugli impianti e al di sopra si cementa il ponte dentale.

Speak Your Mind

*