Palloncini ed animali, si rinnova la festa di Sant’Antonio

Questa scheda è stata visualizzata 1.723 volte
Facebook   Twitter   Google   Email  

Palloncini ed animali, si rinnova la festa di Sant’Antonio

Decine di cuccioli hanno aspettato sul sagrato l’arrivo del prevosto. E centinaia di bimbi hanno lanciato in cielo il loro palloncino Si è rinnovata anche questa mattina, giovedì 17 gennaio 2013, la tradizione del giorno di Sant’Antonio: la benedizione degli animali.  Decine di cuccioli, quest’anno in prevalenza cani, hanno aspettato rabbrividendo al freddo l’arrivo del prevosto Gilberto Donnini, che ha officiato la messa solenne dedicata al santo protettore nella chiesa della Motta alle 11.

Sfidando il vento freddo, animali e suoi proprietari –sant'antonioquest’anno anche due pony, un cavallino e una colomba – hanno atteso sul sagrato di Piazza della Motta la benedizione. Che anche quest’anno, come da diversi anni a questa parte, è stata seguita da un rito molto gradito ai bambini: Quello del lancio di palloncini. Sono stati in centinaia i desideri e i messaggi dei bimbi delle scuole primarie lanciati nel limpido cielo di gennaio. La bella giornata, anche se fredda, ha portato molte persone tra le bancarelle dove hanno spopolato polenta e bruscitt, vin brulè e le mitiche salamelle dei monelli.

Lascia un commento

*