Trasporto conto terzi Milano

Questa scheda è stata visualizzata 14 volte
Facebook   Twitter   Google   Email  

Ogni giorno vediamo sulle nostre strade decine di camion, rimorchi, autoveicoli dediti al Trasporto conto terzi Milano di cose.

spesso questi autoveicoli lavorano per conto terzi, ossia trasportano per conto di altri soggetti dei beni e in cambio ottengono il pagamento di un corrispettivo, precedentemente concordato tra le parti. e’ un’attività di impresa a tutti gli effetti. in questa guida completa sulla licenza conto terzi ti spiego cos’è e come funziona, quali sono i requisiti per ottenerla, come comprare un’azienda o un parco veicoli autorizzato, come venderla, come iscriversi all’albo degli autotrasportatori conto terzi, infine come partecipare a un’asta giudiziaria e quali accortezze avere. la licenza conto terzi, o meglio, per essere più precisi la licenza trasporto conto terzi, è un’autorizzazione concessa dalla motorizzazione civile e che ti permette di lavorare come autotrasportatore di beni altrui su tutto il territorio italiano.

l’autotrasporto per conto terzi, è quindi a tutti gli effetti un’attività di impresa che offre un servizio di trasporto di merci di proprietà di altri soggetti, dietro pagamento di un compenso  requisiti  per ottenere la licenza conto terzi, devi possedere (art. 41 della l. n. 298774)  la partita iva;  l’iscrizione all’albo nazionale degli autotrasportatori per conto terzi; apposita autorizzazione (appunto, licenza) rilasciata dalla motorizzazione civile. grazie a questa autorizzazione puoi trasportare cose per conto altrui in tutta Italia. l’autorizzazione si riferisce al singolo veicolo, quindi se hai due autoveicoli, devi chiedere autorizzazione per entrambi.  la licenza vale anche per i rimorchi e semirimorchi, sia di proprietà dell’impresa autorizzata, che di proprietà di altre imprese autorizzate o di consorzi partecipati da imprese autorizzate.

può succedere infatti che un’impresa prenda in prestito un rimorchio da un’altra, oppure, in caso di necessità, si avvalga di rimorchi messi a disposizione di consorzi o cooperative di cui prende parte. per ottenere la licenza conto terzi, ossia l’autorizzazione, devi possedere i seguenti requisiti  per l’autotrasporto inferiore a 1,5 tonnellate. in questo caso basta la semplice domanda di iscrizione all’albo degli autotrasportatori conto terzi, dimostrando di possedere il requisito di onorabilità (ossia di non essere delinquenti e non avere condanne alla reclusione maggiori di tre anni);per l’autotrasporto oltre 1,5 tonnellate. in tal caso, oltre all’iscrizione all’albo e al requisito di onorabilità, occorrono anche i requisiti di capacità finanziaria e di idoneità professionale. capacità finanziaria  praticamente devi dimostrare di possedere una somma pari a: 50.000 euro, per il primo autoveicolo destinato al trasporto;  5.000 euro per i veicoli successivi al primo.

quindi se per esempio hai tre autoveicoli, devi disporre di almeno 60.000 euro.  idoneità professionale puoi ottenerla dopo aver superato un esame presso la provincia di tua residenza. esame vertente su diritto commerciale, tributario, civile, gestione commerciale di un’impresa, ecc. in alternativa, se dimostri di aver lavorato per almeno 5 anni come dipendente presso un’azienda e ti occupavi proprio di trasporto cose per conto terzi, sei esonerato dall’esame. suggerimento  informati presso la tua provincia, se scuole riconosciute organizzano corsi di formazione per il superamento dell’esame. di solito si tratta di corsi della durata di 150 ore.  come comprare  prima di tutto devi iscriverti all’albo degli autotrasportatori conto terzi (sopra puoi leggere i requisiti). a questo punto si apre la strada per la licenza. hai varie possibilità per ottenerla (circolare n.1/2008 del ministero dei trasporti).

Speak Your Mind

*